Fotografo naturalista

L'Aquila dopo il terremoto 2009

 

Il 6 aprile 2009 un terribile terremoto distrugge la città dell’Aquila e distrugge la vita dei suoi abitanti.

300 morti, 1500 feriti, 65000 sfollati. Una ferita che resterà per sempre, la Città oggi è deserta una città fantasma, come viene descritta da tutti coloro che vanno a visitarla, è una visione forte, amara, e per gli abitanti un forte colpo al cuore. Gli edifici sono rimasti come il terremoto li ha ridotti, crepe enormi e crolli di interi palazzi, i muri rimasti dello splendido centro storico sono ricoperti di travi d’acciaio ed enormi impalcature che ingessano completamente la Città. Nessuno abita tra quelle mura disastrate, solo alcuni cani si aggirano tra le strette vie e nelle grandi piazze silenziose. Solo la sera gli aquilani tornano a popolare le vie e le piazze, attraversano il centro passeggiando e con grande tristezza guardano la loro Città che non ha più vita.

 

foto: